NORVEGIA : Il primo hotel al mondo a nord

NORVEGIA Il primo hotel al mondo a energia positiva progettato per Arctic Circle

Quando ti avvicini alla costa di Helgeland, nel nord della Norvegia, non puoi perderti il ​​ghiacciaio Svartisen che si riversa lungo il fianco del monte Almlifjellet. Sotto, il fiordo di Holandsfjorden dal gin-clear – un’estensione del Mare di Norvegia – riflette la montagna dai toni blu come uno specchio.
È in questo ambiente incontaminato che troverai Svart , che mira ad essere il primo hotel al mondo a energia positiva quando aprirà nel 2021.
Il famoso ghiacciaio Svartisen, in lontananza, è il secondo più grande sulla terraferma norvegese.  L'hotel Svart si trova alle sue porte.  Spera di essere il primo hotel al mondo a essere positivo per l'energia quando aprirà nel 2021.

Il famoso ghiacciaio Svartisen, in lontananza, è il secondo più grande sulla terraferma norvegese. L’hotel Svart si trova alle sue porte. Spera di essere il primo hotel al mondo a essere positivo per l’energia quando aprirà nel 2021.
Snøhetta / Plompmozes
Progettato dalla società di architettura internazionale Snøhetta e di proprietà di Arctic Adventure of Norway e della società immobiliare MIRIS , l’avveniristico ritiro circolare sfrutterà l’energia geotermica e solare per produrre un surplus di energia solare che può essere reindirizzato alla rete.
“La natura nell’Artico è fragile e incontaminata, dobbiamo rispettare la bellezza naturale del sito e non rovinare ciò che rende Svartisen un’attrazione in primo luogo”, afferma Zenul Khan, responsabile del progetto Svart di Snøhetta.
“Creando un edificio così sostenibile, miriamo a incoraggiare un approccio più sostenibile al turismo, rendendo le persone consapevoli del modo in cui viviamo luoghi esotici”.

Un design potente NORVEGIA

Il Circolo Polare Artico ha un fascino mistico per i viaggiatori che cercano di vivere una delle regioni più remote del mondo prima che si sciolga . Nel 2015, 3,6 milioni di turisti hanno visitato la Norvegia da soli, con un balzo del 12% rispetto al 2014.
L’ascesa della popolarità della regione ha ispirato il tour operator Arctic Adventure of Norway per creare modi più sostenibili per esplorare la bellezza naturale della Norvegia.
“La regione è stata sottoposta a molte pressioni per diversi anni e il turismo continua ad aumentare”, afferma Trine Stølsnes, direttore marketing di Arctic Adventure of Norway. “Vogliamo … assicurarci che Svartisen e il resto della regione possano accogliere la crescita salvaguardando il paesaggio”.
I visitatori di Svart potranno godere di escursioni mozzafiato sul ghiacciaio e tuffarsi nelle acque cristalline, tra le altre attività all'aria aperta.

I visitatori di Svart potranno godere di escursioni mozzafiato sul ghiacciaio e tuffarsi nelle acque cristalline, tra le altre attività all’aria aperta.
svart
È qui che entra Svart.
Come costruzione di una centrale elettrica, per definizione “produrrà più energia rinnovabile (durante la sua vita) di quella che utilizza per materiali, produzione, funzionamento, ristrutturazione e demolizione”. Powerhouse è un gruppo di ONG e aziende norvegesi, tra cui Snøhetta, dedicato all’architettura positiva dal punto di vista energetico.
Svart è il primo hotel del gruppo.
“Gli albergatori devono assumersi questa responsabilità e assicurarsi che anche i turisti capiscano il loro ruolo quando visitano … un ambiente come questo”, afferma Stølsnes.

Chiudere il ciclo

Per soddisfare lo standard Powerhouse, il team di Snøhetta ha dovuto ottimizzare l’utilizzo di energia in ogni aspetto dell’hotel.
La prima tattica era decidere di costruire la proprietà da materiali locali naturali, come la pietra e il legno resistente alle intemperie. Questi richiedono energia minima per creare e trasportare, a differenza del cemento o dell’acciaio derivato dal combustibile fossile, e quindi ridurranno l’impronta di carbonio dell’edificio.
Sospeso sopra un fiordo, i pali di legno dell'hotel riecheggiano un tipo tradizionale di casa di pescatori.  I Rorbu furono costruiti per metà sulla terra e per metà sull'acqua.  I loro pali di legno si tuffarono nel fiordo per sostenere la parte della struttura che aleggiava sopra l'acqua.  A Svart, una passerella di legno è stata costruita tra i pali dell'hotel per i visitatori.

Sospeso sopra un fiordo, i pali di legno dell’hotel riecheggiano un tipo tradizionale di casa di pescatori. I Rorbu furono costruiti per metà sulla terra e per metà sull’acqua. I loro pali di legno si tuffarono nel fiordo per sostenere la parte della struttura che aleggiava sopra l’acqua. A Svart, una passerella di legno è stata costruita tra i pali dell’hotel per i visitatori.
Snøhetta / Plompmozes
Razionalizzare i sistemi di costruzione tra cui ventilazione, raffreddamento e riscaldamento ridurrà anche il dispendio energetico, dice Khan. Le terrazze ombreggiate, ad esempio, elimineranno la necessità di aria condizionata durante l’estate, mentre i pozzi geotermici riscalderanno l’edificio in inverno.
“Siamo riusciti a ridurre il consumo di energia dell’85% (rispetto ai moderni hotel)”, afferma Khan.

Ecco che arriva il sole

L’energia solare è ciò che porterà l’hotel dall’efficienza energetica al potere positivo.
Grazie alla sua latitudine nord, a circa 66 gradi a nord dell’equatore, la costa norvegese gode di 20 ore di sole durante l’estate. Gli architetti hanno condotto un’estesa mappatura della radiazione solare nella regione e di come si comporta in relazione al paesaggio montuoso, al fine di sfruttare al meglio questa risorsa.
Arctic Adventure of Norway, che possiede Svart, vuole diventare un leader nel turismo naturalistico sostenibile nella regione, permettendo ai visitatori di esplorare la bellezza naturale del Circolo Polare Artico senza causare danni.

Arctic Adventure of Norway, che possiede Svart, vuole diventare un leader nel turismo naturalistico sostenibile nella regione, permettendo ai visitatori di esplorare la bellezza naturale del Circolo Polare Artico senza causare danni.
svart
Sulla base degli angoli dei raggi del sole, il team ha concluso che un progetto circolare avrebbe ottimizzato la raccolta di energia solare, la principale fonte di energia di Svart Svart presenterà circa 51.000 metri quadrati (4.800 metri quadrati) di pannelli solari sul tetto, che forniranno più energia sufficiente per alimentare le funzioni quotidiane dell’hotel.

Non lasciare impronte

Come un UFO di legno che si libra sopra l’acqua, la maggior parte di Svart siederà su palafitte, parlando di spunti architettonici da un tipo tradizionale di casa stagionale norvegese usata dai pescatori. I Rorbu sono costruiti per metà sulla terraferma, per metà sull’acqua, con pali di legno che proteggono l’area che si tuffa nel fiordo.
Il design dell'hotel assomiglia a un UFO di legno, sospeso sull'acqua.  La sua forma circolare significa che ogni stanza avrà una vista unica sullo splendido scenario artico.

Il design dell’hotel assomiglia a un UFO di legno, sospeso sull’acqua. La sua forma circolare significa che ogni stanza avrà una vista unica sullo splendido scenario artico.
Snøhetta / Plompmozes
“Si tratta di antiche tradizioni costruttive che si adattano bene a un clima difficile dalla costa norvegese”, afferma Khan. “Sono entrambi un’eco funzionale ed estetica della seconda industria norvegese più importante: l’industria della pesca”.
A Svart, una passerella sarà costruita tra i pali di legno, sotto l’hotel ma sopra l’acqua, per gli ospiti.

Terra del sole di mezzanotte

L’esclusiva posizione acquatica di Svart e la forma circolare rivestita di finestre fanno sì che ogni camera e il ristorante godano di una vista ininterrotta sul fiordo.
“La cosa veramente speciale di questo hotel è la sua vista a 360 gradi Nessuna vista dall’hotel è noiosa: vedi il fiordo, le montagne, il cielo”, dice Khan. “Ogni stanza è, in un certo senso, assegnata una propria visione unica.”
Per coloro che sono preoccupati di avvicinarsi troppo alla natura in un pungente inverno norvegese, Stølsnes dice che gli ospiti potrebbero essere piacevolmente sorpresi.
Un soggiorno estivo vicino al ghiacciaio Svartisen potrebbe sorprendere i visitatori con giornate Fahrenheit di 75 gradi che offrono le condizioni ideali per il kayak, l'escursionismo e il ciclismo.

Un soggiorno estivo vicino al ghiacciaio Svartisen potrebbe sorprendere i visitatori con giornate Fahrenheit di 75 gradi che offrono le condizioni ideali per il kayak, l’escursionismo e il ciclismo.
Snøhetta / Plompmozes
“Può diventare piuttosto freddo durante l’inverno, naturalmente, ma in realtà, la Corrente del Golfo (acque tiepide che scorrono dal Messico) assicura temperature invernali più miti (del previsto), forse intorno ai 32 gradi Fahrenheit – perfette per esplorare e vivere il paesaggio. ” Le montagne circostanti fungono da scudo antivento, aggiunge.
In estate, i 75 gradi Fahrenheit sono perfetti per il kayak, l’escursionismo e il glorioso sole di mezzanotte.
Ma è in quei freddi mesi invernali che i viaggiatori hanno le migliori possibilità di vedere l’aurora boreale ballare sopra il ghiacciaio Svartisen e le montagne innevate.
“Questi tipi di fenomeni naturali, in un certo senso, rappresentano un nuovo tipo di lusso”, afferma Khan. “Non si tratta di lavandini e vasche dorate, ma di vivere la natura nella sua forma più pura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

× Come possiamo aiutarti?