ITALO: Acquista il tuo biglietto al 50% di sconto

Acquista il tuo biglietto ITALO al 50% di sconto

BIGLIETTO ITALO CON SCONTO DEL 50%

Alla ricerca di nuovi orizzonti?
Acquista il tuo biglietto entro le ore 15 del 18/02 e utilizza il codice promo PARTENZA. 
Risparmi fino al 50% viaggiando dal 4 marzo al 5 maggio. Offerta soggetta a disponibilità, valida per acquisti in tariffa Low Cost e in ambiente Smart. Esclusi i collegamenti To-Mi e Mi-Ve e relative tratte intermedie. http://bit.ly/1hJSNOY

https://torino.repubblica.it/

Dopo gli aerei, i treni. Il coronavirus mette a dieta i collegamenti ad alta velocità sulla Torino-Milano, verso il centro Italia. Lo stop alle trasferte di lavoro, la chiusura delle università e il blocco del turismo hanno svuotato le carrozze di Trenitalia che corre ai ripari e riorganizza l’offerta. In particolare da oggi scatta il taglio del 17 per cento dell’offerta: sui 58 treni alta velocità giornalieri, ci sono 8 Frecciarossa in meno tra Torino-Milano e Roma, quattro all’andata e quattro al ritorno, dal lunedì al sabato e 10 la domenica.

Dall’orario pubblicato online oggi non risultano acquistabili i treni in partenza alle 10,50, 11,50, 12,50 e 14,50. Analoghe soppressioni sono previste al ritorno, anche se la rimodulazione è ancora in via di definizione. Ieri i viaggiatori in partenza nel fine settimana sono stati avvisati con un sms, per tutti gli altri l’invito di Trenitalia è quello di consultare il sito internet. In base poi all’orario pubblicato online da Italo, in questi giorni non circola il treno delle 11,33 da Porta Nuova.


La scelta di ridurre i collegamenti preoccupa i pendolari che continuano a viaggiare nonostante l’allerta sanitaria.

Chi invece è stato costretto a stare a casa, per il lavoro agile, o per la chiusura delle scuole o delle aziende, c’è la possibilità di ottenere il rimborso dei biglietti, mentre non sono previsti “sconti” per abbonamenti non utilizzati.
Il taglio delle corse alta velocità arriva dopo quello dei voli da parte delle compagnie aeree in arrivo e in partenza dallo scalo di Caselle. In attesa che la Regione incontri i vettori internazionali per scongiurare l’isolamento di Torino, l’emorragia di frequenze non si ferma. Negli ultimi giorni il calo del traffico, fa sapere Sagat, è stato del 50 per cento, con un trend in caduta libera rispetto al -22 per cento dei primi giorni di ordinanza anti-virus. Le proiezioni per il mese di marzo, da rivedere di ora in ora, stimano un calo dell’offerta del 9 per cento.

Già ieri è saltato il volo da Copenaghen della Sas che ha sospeso i collegamenti con alcuni aeroporti italiani, tra cui Torino. Sparito poi dai tabelloni il volo per Kiev di Skyup Airlines che rinuncia alla stagione estiva. Anche Ryanair annuncia una sforbiciata al 25 per cento delle sue frequenze in Italia, scalo di Torino compreso, come pure Bruxelles airlines, che fino ad aprile garantisce il collegamento con la capitale del Belgio.

«La situazione è in continua evoluzione» ripetono da Sagat dove ogni giorno si fronteggiano cancellazioni di Alitalia, Volotea, Air France e Wizzair: il consiglio è controllare il proprio volo sui siti delle compagnie. In particolare la compagnia ungherese da metà di marzo garantisce solo un volo a settimana per Bucarest, per poi tornare a 3, o addirittura 4, nel periodo della Pasqua cattolica e poi ortodossa. Ridotti anche i collegamenti su Chinisau, mentre oggi è previsto l’ultimo decollo del volo per Varsavia. British Airways sospende i voli tra Torino e Londra tra il 24 e il 26 marzo e Lufthansa consente di modificare la destinazione. 

ITALO

https://torino.repubblica.it/

Etichettato , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

× Come possiamo aiutarti?