Niente concerti anche dopo il 3 aprile 2020

Niente concerti anche dopo il 3 aprile 2020

Come facilmente prevedibile, il Primo Ministro italiano Giuseppe Conte in una intervista rilasciata al Corriere ha confermato che la chiusura di scuole e altre attività verrà prorogata anche oltre il 3 aprile in tutta Italia. Le misure restrittive attualmente in vigore verranno dunque rinnovate, compreso il blocco delle manifestazioni che comportano assembramenti di persone, tra cui i concerti.

Conte ha dichiarato che le misure restrittive stanno funzionando. Spera che il numero di contagi inizi a decrescere tra qualche giorno ma ha precisato che, ovviamente, non si potrà tornare subito alla vita di prima.

Covid, l’estate 2020 sarà senza concerti: stop ai live in tutta Italia, salta anche Rock in Roma https://www.ilmessaggero.it/

Niente concerti la prossima estate:

alla luce del divieto di assembramenti Assomusica comunica lo stop ai grandi aventi live. Che in qualche caso slittano all’anno prossimo e in altri a data da destinarsi. Salta anche l’edizione 2020 di Rock in Roma.  Il festival previsto dal 13 giugno al 31 luglio in varie location della Capitale. che è stato annullato a causa dell’emergenza Covid-19. Anche alla luce di quanto previsto dal dpcm del governo.

Vasco Rossi il 19 e il 20 giugno

Fra i concerti più attesi che erano previsti e che non si terranno. la doppia data di Vasco Rossi il 19 e il 20 giugno al Circo Massimo e quello di Kendrick Lamar, il 7 luglio all’Ippodromo delle Capannelle. «Sarà un’estate senza Rock in Roma», si legge in una nota degli organizzatori dell’evento, «La salute e la sicurezza del nostro pubblico, degli artisti, delle crew e di tutte le persone coinvolte nell’organizzazione del Festival sono la nostra priorità. Appuntamento al 2021. Vi ringraziamo per la pazienza dimostrata durante questo periodo non semplice». 

I biglietti già acquistati rimarranno validi per i rispettivi concerti del 2021, si legge sulla pagina Instagram di Vasco Rossi.  Chi desiderasse, in ogni caso, avere il rimborso. avrà la facoltà di richiedere un “voucher”. di pari valore a quello indicato sul biglietto precedentemente acquistato e comprensivo, dunque, del diritto di prevendita entro il 15 giugno 2020. Per maggiori informazioni, si può visitare la pagina della biglietteria in cui si è acquistato.

Etichettato , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

× Come possiamo aiutarti?