City break alternativo in Italia: 11 mete sorprendenti (e low cost)

City break alternativo in Italia: 11 mete sorprendenti (e low cost)

Contro il logorio della vita moderna…c’è Ryanair!

Beh in realtà quel vecchio spot degli anni ’60 non esortava a prendere un aereo ma a bere un noto amaro al carciofo, tuttavia l’invito a staccare e a prendersi una pausa rimane lo stesso. E molto spesso per noi viaggiatori “pausa” fa rima con “booknow”.

Secondo autorevoli studi scientifici una pausa consente all’organismo di ridurre i livelli di stress stimolando il corretto funzionamento del sistema immunitario. Un break dunque fa bene.

E cosa c’è di più salutare di un break?

Ma un city break ovvio, un city break che non sia necessariamente in una capitale europea.

Un week end in Italia infatti è economico, è dietro l’angolo e grazie alle frequenti offerte Ryanair lo si può organizzare in qualunque periodo dell’anno.

Gli spunti per un city break alternativo nel Bel Paese sono tanti: da un concerto ad un evento sportivo, da un itinerario tematico oppure sulle tracce di una serie televisiva.

Dunque non solo musei, chiese e monumenti! Se siete alla ricerca di qualche suggerimento su dove passare un city break alternativo in Italia, ecco 11 affascinanti città in cui andare a caccia di location insolite, mostre ed eventi particolari.

1 Trieste

Photo Credits: bluejayphoto – iStock

Eventi particolari proprio come quello che si tiene a Trieste ogni anno: il Bloom’s Day, 4 giorni dedicati allo scrittore e poeta irlandese James Joyce.

La bella ed elegante Trieste non solo ha dedicato un festival annuale a Joyce ma anche un intero itinerario che ripercorre il periodo in cui il “professor Zois” visse gli anni professionali più fecondi.

È qui infatti che Joyce scrisse il primo episodio dell’Ulisse, uno dei romanzi più importanti della letteratura del XX secolo.

L’itinerario si snoda attraverso le strade della città toccando alcune delle sue abitazioni, il Teatro Verdi, lo storico Caffè Stella Polare, la chiesa ortodossa, la statua e il Museo a lui dedicati.

E per gli appassionati è disponibile un “cross over” letterario per scoprire Trieste sulle tracce di Italo Svevo, altro grande letterato triestino nonché amico di Joyce.

A questo punto che ne dite di chiudere il cerchio antologico e fare una visita alla Lanterna di Trieste, uno dei luoghi più cari a Umberto Saba?

Si trova nella zona occidentale di Trieste ed è il vecchio faro della città, oggi convertito in ristorante.

Cenare in un luogo romantico con gli echi dei versi di “In riva al mare” è il perfetto The End di un city break alternativo a Trieste!

Vola a Trieste con Ryanair

2 Alghero

Photo Credits: Brzozowska – iStock

C’è stato un tempo in cui durante le tempeste e le mareggiate, la comunità di Alghero si riuniva per far fronte comune e portare in salvo i preziosi gozzi. Le imbarcazioni venivano trasportate con la forza delle braccia al sicuro, fra le strade del centro cittadino.

Un antico rito quello del “portare dentro” che univa tutti, pescatori e cittadini, contro la furia del vento di Maestrale.

Portodentro infatti è l’installazione che l’artista Antonio Marras ha regalato ad Alghero per i festeggiamenti del Natale di alcuni anni fa.

Una meravigliosa iniziativa che oltre a portare dentro i preziosi mezzi di sussistenza, ha anche portato dentro le persone, l’arte e la cultura di una città tanto affascinante quanto vivace. Vivace come il rosso del suo corallo.

Alghero infatti è il polo della Riviera del Corallo, un tratto costiero particolarmente ricco di pregiati coralli rossi, ancora oggi fonte di grande ricchezza.

Ricchezza che nei secoli è stata protetta da poderose fortificazioni percorribili in un itinerario che regala una vista privilegiata sul centro storico e sul mare. A proposito di vista, la vista di 654 gradini scolpiti nella roccia vi spaventa?

Se siete viaggiatori audaci e temerari (e dotati di polpacci potenti), verrete ricompensati dall’esperienza più bella che questo territorio sappia regalare: le Grotte di Nettuno!

Sono le più grandi cavità marine d’Italia e si trovano nascoste fra le falesie a picco sul mare ad una ventina di Km da Alghero.

Le Grotte di Nettuno sono anche chiamate Le coves de Neptú in lingua catalana, infatti Alghero è chiamata Barceloneta proprio per il suo retaggio storico legato al dominio spagnolo.

Un city break ad Alghero equivale infatti a visitare un piccolo angolo di Spagna! Lo scoprirete ascoltando i suoni del dialetto, ammirando le architetture gotiche catalane e assaporando i suoi piatti tipici!

Vola ad Alghero in compagnia di uno straniero 🎶

3 Brindisi

Photo Credits: EunikaSopotnicka – iStock

La Porta d’Oriente e la Valigia delle Indie. Con dei nomi così evocativi la città di Brindisi non può che ispirare un city break alternativo all’insegna delle sorprese.

Geograficamente è il porto più orientale del Bel Paese e questo nel corso dei secoli ne ha determinato la storia, la vita e i destini di abitanti e urbanistica.

Questa città antichissima è stata uno strategico crocevia del commercio con l’Oriente, nonché di cavalieri e pellegrini che qui si imbarcavano per la Terra Santa.

Oggi Brindisi è un’elegante città che si affaccia su un mare color smeraldo e oltre ad una passeggiata fra le sue chiese e le dimore dei cavalieri templari, offre uno spettacolo unico per tutti gli appassionati di storia: il capolinea della Via Appia.

È qui sulla Scalinata Virgiliana che le sue colonne sono state nei secoli silenziose testimoni di tutta la gloria della Via Appia.

A proposito di testimoni, il Castello di Mare nel porto di Brindisi, ha assistito a numerosi assedi ed epiche battaglie navali.

Andar per castelli in bici è un’altra bella idea di percorso alternativo raggiungendo anche il Castello Federiciano e il Castello Normanno Svevo di Mesagne.

Un consiglio se siete drone-muniti: una volta giunti a Mesagne, lanciatelo in volo e scoprite la caratteristica forma di cuore del suo borgo!

Vola a Brindisi con Ryanair

4 Cuneo

Photo Credits: rglinsky -iStock

Austera ma con lo sguardo dolce, elegante ma alla mano, tranquilla ma con un guizzo di vivacità quando meno te l’aspetti.

La città di Cuneo costituisce un perfetto city break alternativo in Italia che si traduce in una gradevole passeggiata tra tavolini, porticati e cioccolaterie che ne impreziosiscono il centro storico.

Tante sono infatti le piccole botteghe artigianali con banconi pieni di opere al cioccolato talmente “sciccose” da passare per gioiellerie e boutique del cacao. Cuneo e il suo lato dolce che irretisce i sensi ma anche Cuneo con il lato oscuro che inquieta e sorprende.

Amore, morte, macabro, fantastico e grottesco prendono vita in tutto il cuneese grazie al CuNeo Gotico, un’incredibile rassegna che da giugno a settembre riprende i temi assai cari agli amanti dell’arte e della letteratura neogotica.

Un itinerario fantastico che parte alla scoperta di luoghi e architetture avendo come filo conduttore l’Ottocentesco gusto romantico per il gotico (filone che pare abbia toccato il cuneese in modo molto pervasivo).

È in questo contesto che si inseriscono rassegne teatrali e cinematografiche, letture, spettacoli, visite guidate e degustazioni a tema in location spettacolari.

Fra queste solo per citarne qualcuna le residenze Sabaude, il Castello di Racconigi o il Castello del Roccolo.

Vola a Cuneo con Ryanair

5 Verona

Verona Lovestone

È considerato l’indiscusso palcoscenico del romanticismo, il luogo dove si è consumata la storia d’amore più famosa al mondo: quella di Romeo e Giulietta, i due sfigat..ehm sfortunati protagonisti dell’opera di Shakespeare.

Verona con il balcone più fotografato (secondo solo a quello da cui si affaccia il biancovestito), con l’Arena e Piazza Erbe è la città da week end in Italia più iconica ma è anche la città dei luoghi celati. A cominciare proprio dal Cortile di Giulietta!

Mettete per un attimo da parte la cartina turistica di Verona: se ad esempio il balcone di Giulietta è il luogo più fotografato della città, la Terrazza di Giulietta invece è un luogo per niente celebre ma non per questo meno romantico.

Si trova sul tetto del Teatro Nuovo e sovrasta il Cortile di Giulietta. Questa è un’autentica terrazza dell’amore perché un progetto di recupero chiamato “Lovestone” ha permesso la realizzazione di una pavimentazione di tante piccole tesserine di 10×10 sulle quali incidere un verso, una dedica o una promessa d’amore.

Purtroppo il progetto si è concluso e la pavimentazione della Terrazza di Giulietta si è completata con migliaia di dediche, anniversari, nomi e messaggi affidati all’eternità del tempo (anche chi vi scrive ai tempi incise una dedica sul pavimento).

Tuttavia la terrazza è visitabile ed è parte integrante della programmazione stessa del teatro.

Ma Verona nasconde anche altre perle che la slegano dal motivo per cui viene evocata in tutto il mondo. Ad esempio il quartiere Veronetta oltre l’Adige, è un piccolo scrigno di giardini nascosti, oasi e cortili di pace dove regnano qua e la glicini, antichi pozzi in pietra e la quiete dell’amore reale, quello vero, quello dei veronesi per la loro città.

E poi c’è l’amore per la fede. In Via della Repubblica c’è un minuscolo vialetto di palme che nasconde una strana costruzione bianca dall’allure orientaleggiante. Fa specie il silenzio assoluto a due passi dal traffico lì fuori, ma la sacralità del posto è tale che viene spontaneo serrare la bocca e spalancare il cuore.

Una statua della Madonna è qui dal 1936 e pare sia miracolosamente scampata a qualcosa come 5000 bombe che durante la Seconda Guerra Mondiale rasero al suolo ponti e devastarono tutta Verona. A memoria di quel miracolo c’è una targa con alcuni versi.

Vola a Verona con Ryanair

6 Crotone

Photo Credits: DeUx0r- iStock

Rovine a picco sul mare e un giardino in cui filosofeggiare con la matematica: il tutto sotto “un cielo sempre più blu”! Da Pitagora a Rino Gaetano la città di Crotone restituisce sicuramente l’idea di un inaspettato city break alternativo in Italia. 

Incastonata fra le acque cristalline dello Jonio e la verdissima macchia mediterranea, Crotone con la sua storia millenaria vi stupirà per l’opportunità di andare oltre il solito clichè Calabria = vacanza al mare.

Se poi siete proprio tipi da spiaggia allora in pochi minuti d’auto potrete raggiungere l’arenile rosso dominato da Le Castella, un imponente castello fortificato sulle leggendarie acque di Capo Rizzuto.

Placata la vostra sete di mare calabro partite in esplorazione dei paesini della costa Jonica che gravitano intorno all’antica Kroton.

Ad esempio fermatevi a Santa Severina, un pittoresco borgo soprannominato La Nave di Pietra perché dà l’impressione di essere una sorta di Arca adagiata su un picco roccioso.

E poi c’è la bellezza di Capo Colonna, il simbolo della città di Crotone nonché simbolo della presenza greca in Occidente.

Le rovine archeologiche del santuario di Hera affacciate sul mare sono infatti una delle immagini più suggestive che la Calabria possa regalare!

E nel centro di Crotone? Concedetevi un tour fotografico che comprende gli esterni del maestoso Castello di Carlo V oppure uno shooting dei tramonti sul Lungomare.

E per i viaggiatori dall’animo più “nerd” Crotone offre il Giardino di Pitagora dove le installazioni dedicate al filosofo greco consentono di apprendere divertendosi discipline come la matematica, l’astronomia, la scienza e la filosofia.

Nascosta fra le attrazioni interattive del giardino c’è la formula del Teorema di PitagoRyanair per viaggiare super lowcost (ok battutaccia vado a nascondermi).

Non dimenticate di omaggiare la statua di Rino Gaetano crotonese (e anche lui filosofo) DOC!

Vola a Crotone con Ryanair

7 City break alternativo in Italia: Trapani

Photo Credits: ARTindividual – iStock

Trapani custodisce una quantità tale di tesori barocchi, chiese e castelli che un solo fine settimana non basterebbe. Ma siccome noi siamo qui per suggerire un city break alternativo in Italia sul filone dell’originalità, ecco alcuni consigli per un itinerario diverso e allargato agli immediati dintorni di Trapani.

Chi l’ha detto che il sale fa male? Il sale per secoli è stato l’oro bianco di Trapani che ha fatto del suo commercio in tutto il Mediterraneo un motivo di grande ricchezza. Difficile non avvertire gli echi della potenza commerciale di Trapani durante una visita alle sue Saline!

Ancora oggi nelle Saline di Trapani e Paceco è possibile assistere all’estrazione del sale dall’acqua di mare con metodi moderni e del passato illustrati nel Museo delle Saline. Il tutto immerso nella riserva WWF che da anni tutela e salvaguarda la presenza di numerose colonie di fenicotteri.

Passiamo dai mari ai monti con la panoramica funivia che da Trapani porta ad Erice. Siamo a 700 metri sul mare ed Erice con la sua cittadella medievale, domina Trapani regalando ai visitatori (ed ai 500 fortunatissimi abitanti) una vista indimenticabile fino alle Egadi.

Una volta quassù concedetevi una passeggiata senza meta fra chiese, cortili e stradine lastricate.

Nei dintorni di Trapani non perdete la visita insolita alla Grotta Mangiapane a Custonaci, un minuscolo villaggio abitato dal 1819 fino alla metà del ‘900. Strade lastricate, stalle, una cappella e casette dal color terra. La particolarità è che è tutto all’interno di una grotta!

Questo abitato insolito è rimasto intatto dal secolo scorso e grazie all’ultimo membro della famiglia Mangiapane, è possibile assaggiare la semplicità del passato degustando pane, olio e buon vino siciliano. Non dimentichiamo infatti che il cibo è una delle tante gioie di un week end in Italia.

Vola a Trapani con Ryanair

8 Perugia

Photo Credits: javarman3 -iStock

“Non aver fretta, camminate dappertutto molto lentamente e senza meta e osservate tutto quello che gli occhi incontreranno”.  Non sono io (perugina di nascita) a suggerirvi di innamorarvi di Perugia ma niente meno che Henry James!

Perugia infatti è stata una delle tappe del Grand Tour e letterati come Dickens, Ruskin, Hawthorne e lo stesso James ne hanno subito tutto il fascino e l’eleganza.

Non parlo per campanilismo (W il Grifo!) ma Perugia rappresenta decisamente un’ottima idea per trascorrere un fine settimana alternativo alle solite destinazioni italiane.

E poi eventi come l’EuroChocolate o Umbria Jazz sarebbero già da soli un motivo per prenotare una fuga nella mistica Umbria.

La passeggiata suggerita da Henry James non può che partire da Piazza IV Novembre, il salotto medioevale di Perugia con le architetture gotiche del Palazzo dei Priori e della Cattedrale che fanno da cornice alla Fontana Maggiore, il simbolo della città.

Il Palazzo dei Priori è uno dei palazzi comunali più belli d’Italia ed oltre ad ospitare il Municipio, è sede della Galleria Nazionale dell’Umbria. Nelle sue sale sono esposte opere del Beato Angelico, Piero della Francesca, Pinturicchio, Perugino e Gian Lorenzo Bernini.

E se volete fare il pieno di suggestione allora fate un giro nei bui sotterranei della Rocca Paolina, la fortezza monumentale di Papa Paolo III spesso teatro di kermesse come i mercatini di Natale.

Non perdete la discesa nelle viscere del Pozzo Etrusco, un’incredibile opera idraulica del III secolo a. C. e perché no un giro sul Minimetrò, il caratteristico people mover su monorotaia che collega la periferia di Perugia al centro storico.

Vola a Perugia con Ryanair

9 Genova

Photo Credits: Xantana -iStock

Ci sono città come Genova che non smettono di regalare spunti e occasioni per una fuga fuori dall’ordinario. Si l’Acquario, il Porto Antico, la Lanterna, belli e meravigliosi ma volete mettere il gusto di scoprire luoghi non segnati sulla solita cartina turistica?

Esempio: e se vi dicessi che a Genova è possibile fotografare una colossale statua di Ercole in una nota catena di abbigliamento (Palazzo del Melograno)?

Oppure entrare in un ascensore dall’impianto orizzontale (Castello D’Albertis-Montegalletto)? Oppure ancora esplorare il giardino segreto del Palazzo del Potestà e dar da mangiare ai daini in libertà nel giardino della Villa Duchessa di Galliera?

Non è meraviglioso quando il patrimonio artistico e culturale di una città regala sorprese e tesori nascosti spesso poco conosciuti perfino dagli stessi abitanti?

Genova e i suoi caruggi sono così pieni di arte che varrebbe la pena partire proprio dai tesori più insoliti, per poi dedicarsi alle classiche meraviglie di una città dalla bellezza “Superba”.

Vola a Genova con Ryanair

10 Parma

Photo Credits: lsantilli -iStock

Ecco un’altra proposta per organizzare un city break alternativo in Italia: che ne dite di un’esplorazione urbana di Parma sulle tracce di Giuseppe Verdi? Armatevi di cuffie&Spotify e partite alla ricerca dei luoghi che hanno ispirato le celebri opere del compositore italiano, magari partendo da Busseto città natale di Verdi visitando la sua casa e il teatro a lui dedicato nella Rocca Pallavicino.

Da qui è facile raggiungere il centro di Parma per cercare Giuseppe Verdi nella Basilica di Santa Maria della Steccata, la meraviglia barocco-rinascimentale dove Verdi veniva (si dice) in cerca di ispirazione. A seguire una tappa alla Casa della Musica che ospita un’intera ala dedicata a Verdi.

E poi c’è il Teatro Regio uno dei teatri lirici più belli d’Italia dove approfittare per una pausa nel Gran Caffè del Teatro, una splendida e antica caffetteria intrisa di musica e anche di cimeli verdiani.

E se proprio volete ascoltare le opere di Verdi in uno scenario insolito, suggerisco una visita al Labirinto della Masone. Si tratta di un parco culturale di 7 ettari che ospita una collezione d’arte, mostre, eventi e concerti. Il tutto con una bizzarra e meravigliosa cornice: un enorme labirinto di bambù!

Poi se preferite andar per prosciutti e formaggi beh le proposte di visite guidate in caseifici e farm del prosciutto sono numerose&golose!

Vola a Parma con Ryanair

11 Pisa

Photo Credits: mammuth -iStock

Scacciate immediatamente l’idea della foto di voi che sorreggete in prospettiva la torre pendente!

E va bene dai ma solo una…

Un city break alternativo in Italia nella città di Pisa non può concentrarsi unicamente in location ed attività turistiche per quanto belle! Pisa infatti merita un percorso di visita che includa si la Torre e la Piazza dei Miracoli, ma viste da una prospettiva decisamente alternativa.

Sto parlando delle Mura Antiche di Pisa: sette Km di lunghezza (praticabili 4) e 10 metri di altezza per un camminamento che promette una panoramica suggestiva su tutta la città.

A proposito di “visione d’insieme”, non potete lasciare Pisa senza aver omaggiato Tuttomondo di Keith Haring. Tuttomondo è l’incredibile murales realizzato in soli 4 giorni sulla parete della chiesa di Sant’Antonio Abate. Armonia, unitarietà e pace: un messaggio quello di Keith Haring più che mai attuale e necessario.

A pochi passi dal murales sulla riva dell’Arno ci sono i padiglioni del Museo delle Navi Antiche, un’esposizione archeologica denominata “la Pompei del mare” in cui ammirare diverse imbarcazioni romane di cui alcune praticamente intatte.

Una visita doverosa, dopotutto state pur sempre visitando una delle Quattro Repubbliche Marinare!

Vola a Pisa con Ryanair

State pianificando un city break alternativo in Italia? Taggate le vostre foto con l’hashtag #ryanairstories per avere la possibilità di apparire sul nostro feed Instagram. 

– Testo di Daniela – L’Orsa Nel Carro Travel Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

× Come possiamo aiutarti?