SEI MAI STATA A SATURNIA ?

Saturnia si raggiunge uscendo dall’Aurelia all’altezza di Albinia, e percorrendo la S.S. 74 attraverserete il borgo di Manciano, proseguite poi per la S.S. 322 in direzione Montemerano e successivamente in direzione Saturnia. Adesso siamo pronti per iniziare il nostro itinerario cittadino: arrivati in Piazza Vittorio Veneto scopriremo nei giardini e davanti al ristorantino, numerose iscrizioni e frammenti architettonici tardo-repubblicani e imperiali. Gli edifici rinvenuti appartengono alle epoche tardo-etrusca, romana e tardo medievale.

Spostandoci verso sud, passeremo davanti alla chiesa di Santa Maria Maddalena con il suo bel campanile. La struttura originaria è antecedente al 1188 (anno in cui viene citata per la prima volta su documenti ufficiali), ma quanto potrete osservare attualmente è frutto del radicale restauro effettuato nel 1933. All’interno della chiesa troverete anche una tavola di Madonna con Bambino del secolo XV° attribuita a Benvenuto di Giovanni.

All’angolo sud della città si trova la Rocca, edificio costruito dagli Aldobrandeschi nel XII° sec. sui resti di un preesistente complesso difensivo. Attualmente appare come un’imponente struttura di pianta rettangolare con due torri circolari, completamente circondata dalla mura merlate, al suo interno nel periodo fascista venne costruito il Castello Ciacci in stile neomedievale. Sfortunatamente la nostra analisi si interrompe qui perché questo edificio appartiene a privati e quindi non è visitabile.

Si continua la nostra passeggiata per via della Chiesa, da qui raggiungiamo la strada basolata romana, la via Clodia, sulla quale si possono ancora notare i solchi creati dal passaggio secolare di antichi carri. Attraverseremo quindi la Porta Romana costruita dai Romani nel II sec. a.C. È l’unica delle quattro porte romane di Saturnia, ad essere rimasta in piedi, tuttavia ad un attento osservatore non sfuggiranno gli interventi effettuati in epoca medievale dagli Aldobrandeschi e nel 1400 dai Senesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *