Mercatini Natalizi a Firenze & Pisa 07 al 08 dicembre 2019

99,00220,00

Svuota
    • 0.5 €
    • 5 €
    • 5 €
    • 15 €
COD: N/A Categorie: , ,

Descrizione

Mercatini Natalizi a Firenze & Pisa 07 al 08 dicembre 2019

Mercatini Natalizi Pisa & Firenze 07 e 08 – Dicembre

Partenza da – Salerno – Nocera – Scafati  – Napoli – Caserta
Programma
Giorno 07/Dicembre
Partenza in mattino presto dai punti prestabiliti, soste durante il viaggio per Colazione Offerta dall’organizzazione con pranzo libero, in pomeriggio arrivo a PISA Con giro libero ad Ammirare la Meravigliosa piazza dei miracoli e la bellissima Torre Pendente, in serata Spostamento a MONTECATINI TERME assegnazione delle camere e serata libera (Possibilità di cena)
2 Giorno 08 / Dicembre
Sveglia presto per prima Colazione in Hotel e partenza per FIRENZE Visita llibera a ad Ammirare i meravigliosi mercatini Natalizi in piazza Santa Croce e tutte le bellezze di FIRENZE (Gionata Libera)
ore 17,00 raggruppo dei signori partecipanti al bus per il rientro

La quota comprende:

Bus andata e ritorno
Hotel con colazione
Accompagnatore

per info 081947468

Risultati immagini per mercatini di firenze

FIRENZE

Nel panorama meteorologico mondiale la città di Firenze fu una delle prime ad emergere storicamente,.  Grazie alla stazione meteorologica di Firenze Monastero degli Angeli che tra il 1654 e il 1670 effettuava osservazioni meteorologiche e registrazioni di dati termometrici per la rete meteorologica granducale, istituita da Ferdinando II de’ Medici. Sebbene sia più fredda delle città spagnole e francesi di latitudini e altitudini vicine, la città è ancora molto mite rispetto a Toronto, ad esempio.Nonostante 10 gradi più a sud, Atlanta, Georgia è molto simile in termini di temperatura, anche se le precipitazioni sono molto più subtropicali.

Dal punto di vista climatico, Firenze ha un clima temperato con estati molto calde e spesso episodi afosi e inverni moderatamente freddi e umidi; secondo la classificazione dei climi di Köppen, quello fiorentino risulta un clima temperato umido (Cfa).

Talvolta in inverno,

e qualche volta anche fra novembre e dicembre e tra febbraio e marzo, la temperatura può scendere di alcuni gradi sotto lo zero. In estate sono frequenti le giornate in cui si raggiungono i 35-36 °C.  Talvolta le temperature si avvicinano anche ai 40 °C, raggiungendoli e superandoli di poco in alcune annate. A tal proposito, vanno ricordati i valori massimi e minimi assoluti, registrati presso la stazione aeroportuale di Peretola nella periferia di NW della città, che hanno portato il termometro a salire fino a 42,6 °C il 26 luglio 1983 (errati i 43,3 °C omologati il 1º agosto 2012) e a scendere fino a −23,2 °C il 12 gennaio 1985. Nel centro storico invece la temperatura massima assoluta è quella di 42,1 °C del 21 agosto 2011 registrata presso la stazione meteorologica di Firenze Città del servizio agrometeorologico dell’ARSIA (stazione non attiva nel luglio 1983,

 

mentre la temperatura minima assoluta resta finora quella di −12,9 °C del 30 dicembre 1849 registrata alla storica stazione meteorologica di Firenze Ximeniano.

Le precipitazioni

risultano concentrate prevalentemente in primavera ed autunno, stagione durante la quale possono risultare abbondanti. L’anno più piovoso registrato a Firenze è stato il 1937 con 1 269,9 mm totali annui, mentre il più siccitoso è finora risultato il 1894 con 433,7 mm totali annui. A livello mensile nel centro storico cittadino, in base alla serie storica pluviometrica dell’Osservatorio Ximeniano, dal 1822 al 2006 sono stati 15 i mesi ad aver chiuso senza accumuli pluviometrici, mentre il mese più piovoso è risultato ottobre 1992 con 470,6 mm totali. Per accumulo totale novembre 1844 è all’ottavo posto assoluto e al quarto posto mensile, mentre novembre 1966 si piazza oltre il decimo posto assoluto, nonostante nei suddetti mesi si siano verificate due fra le più devastanti alluvioni cittadine mai documentate.

 

Le nevicate

avvengono quasi tutti gli anni (la media delle segnalazioni di ghiaccio nei METAR della stazione meteorologica di Firenze Peretola è di poco più di due giorni l’anno fra il 1964 e il 2011, pur essendoci alcune annate che ne sono totalmente prive); spesso però si tratta solo di nevischio, generalmente portato dal vento, il quale ha accumuli scarsi o nulli. Gli eventi di relativo rilievo hanno tempi di ritorno sui 15 anni circa.

La ventilazione

nel corso dell’anno risulta essere prevalentemente di debole intensità, con possibili rinforzi fino a vento moderato nelle ore tardo-pomeridiane dei mesi estivi, per l’attivazione delle brezze marine dovute al forte gradiente termico che si viene a creare fra il Mar Ligure e le aree interne, e fino a vento di moderata e talvolta forte intensità di tramontana nei mesi invernali, sia per gradiente isobarico che per gradiente termico. Le direzioni prevalenti sono pertanto quella settentrionale e quella occidentale nei mesi autunnali, invernali e nella prima parte della stagione primaverile, mentre il periodo tardo primaverile e i mesi estivi vedono la prevalenza di venti meridionali.

Informazioni aggiuntive

CITTA' DI PARTENZA

NOCERA INF USCITA AUT ORE 05.15, NAPOLI VIA GALILLEO FERRARIS ORE 05.45, SALERNO PARCO PINOCCHIO ORE 05.00

IL TUO ACQUISTO

3×2 pagano solo 2 persone, SALDO