3 consigli su come aumentare la produttività lavorativa e 3 su come prendersi cura di se stessi

3 consigli su come aumentare la produttività lavorativa e 3 su come prendersi cura di se stessi

3 consigli su come aumentare la produttività lavorativa e 3 su come prendersi cura di se stessi

La vita di tutti i giorni, la nostra routine, può essere parecchio snervante se non saputa gestire correttamente. Con questo intendiamo dire che districarsi tra lavoro, famiglia, impegni di vario genere ed amici non è un’impresa da poco: spesso tendiamo a trascurare qualcuno. Noi stessi.

Siccome il lavoro è alla base della vita della stragrande maggioranza di persone abbiamo deciso di stilare una piccola guida per fornirti alcuni utili consigli su come ottimizzare il tuo tempo a lavoro – cercando di non trattenersi più del dovuto – e altri su come valorizzare il tuo tempo libero: l’intento è quello di provare a migliorare il tuo benessere psicofisico. 

D’accordo è vero, la giornata è inevitabilmente composta solo da 24 ore e almeno 7 di queste le passiamo a dormire. Tuttavia un’altra grande fetta di tempo viene assorbita dal lavoro: parliamo tranquillamente di 8-12 ore al giorno. Tempo prezioso che utilizziamo per svolgere determinate attività. Forse però ottimizzando meglio quel tempo potremmo riuscire a lavorare qualche ora in meno a settimana, ore che potremmo aggiungere a quelle del nostro tempo libero! Vediamo dunque 3 pratici consigli su come organizzare al meglio il proprio lavoro.

• Impara a gestire, prima del tuo lavoro, lo spazio in cui eserciti: può sembrare scontato o banale, ma non è affatto così. Un ambiente privo di distrazioni, una scrivania ordinata e ben organizzata è in grado di incidere – anche fosse “solo” sul piano inconscio – sulle nostre prestazioni lavorative. 

• Monitora le ore in cui sei più produttivo: non tutti siamo uguali e questo vale anche sul lavoro. Indipendentemente da competenze e talenti c’è chi si concentra di più attuando determinate strategie e/o in alcune fasce orarie. È molto importante riconoscere quando si è in grado di dare il massimo in modo tale da poter sviluppare un piano e un carico di lavoro più congrui con le nostre attitudini: un compito arduo e complesso da svolgere dovrebbe essere affrontato quando si è nel pieno delle nostre capacità, tuttavia – se possibile – ti consigliamo di sbrigare prima tale pratica per procedere poi con i rimanenti doveri più agilmente.

• Fai delle brevi pause ed elimina le distrazioni: lavorare tanto non significa necessariamente produrre tanto e questo vale sempre nell’ottica in cui bisogna svolgere le proprie mansioni cercando di rimanere il più riposati e lucidi possibili. Infine elimina ogni distrazione: l’uso del telefonino, i social media e più in generale tutte quelle notifiche con suoni o vibrazioni in grado di interrompere la nostra concentrazione – e quindi il nostro flusso di lavoro – andrebbero rimosse. Ma come stare bene nel tempo libero?

Rimane comunque una buona dose di tempo per sfruttare in attività e/o assieme a persone che ci piacciono. Tuttavia è di noi stessi che non dobbiamo mai scordarci: ecco 3 consigli d’oro da tenere sempre a mente.

• Dedicati a ciò che ti fa sentire bene: talvolta questo concetto è più semplice da realizzare che da applicare, ma è necessario conoscere e conoscersi per poter essere felici. Spendi quindi del tempo in quel che senti essere in grado di appagarti, stimolarti e farti stare davvero bene, non importa cosa sia: conta solamente l’effetto positivo e rigenerante che ha su di te.

• Esercizio fisico: l’attività motoria è in grado di “svuotare la mente” e attivare un insieme di processi atti a promuovere in noi un benessere psicofisico, in particolare ti consigliamo di camminare almeno 30 minuti al giorno e di farlo – se possibile – in mezzo alla natura per aumentarne “le proprietà terapeutiche”.

• Cerca di essere grato, dona agli altri, divertiti: uno dei modi migliori per ristabilire il proprio benessere è quello di rendersi conto e quindi apprezzare ciò che già si ha. Si tende troppo spesso ad inseguire ambizioni e progetti trascurando invece tutti i traguardi faticosamente raggiunti: prenditi del tempo per annotare i tuoi successi e quel hai di più caro. Fatto questo, probabilmente, ti renderai conto di quante persone abbiano meno di te e di come con piccoli gesti potresti fare la differenza per loro: senza accorgertene starai meglio anche tu. Infine ricordati di… divertirti! Di non prendere ogni cosa troppo seriamente e di svagarti genuinamente godendo di ogni istante felice.  

Source:

Europa.eu

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Come possiamo aiutarti?