«Fa paura», «No, è bello» Santa Claus spacca la piazza e anche i giudizi

MODENA. Un’opera che spacca. In tutti i sensi: sembra spaccare il terreno della piazza, spacca i giudizi e spacca (come si dice in gergo giovanilistico) perché non lascia indifferenti.

Il Babbo Natale in piazza XX Settembre sorge dal terreno e divide i giudizi dei modenesi. Gli aggettivi più ricorrenti in strada sono «originale», «diverso» e «inquietante». Sul web c’è chi azzarda paragoni con giostre dell’orrore.

LEGGI ANCHE

Modena. Lunati:«Il mio Babbo Natale che viene da sotto? Vuole solo stupire»

Lo vede «sepolto dalla crisi». Riscopre le ferite dei terremotati. Lo accusa di «infrangere i sogni dei bambini». Dalla tastiera alla piazza non si arriva a tanto. C’è però chi si rifiuta persino di avvicinarsi per un selfie in compagnia dell’installazione.

La pagella è però nel complesso buona. I voti superano la media del sette e mezzo con punte di dieci.

«Ben venga tutto quello che è arte», la visione Francesca Rossin. Il dieci alla creazione di Lorenzo Lunati è motivata dall’essere «diversa dal solito e carina».

Giudizio condiviso da Simone Martini, che giudica il Babbo Natale «molto bello e originale». Apprezzamento confermato dalla bambina al loro seguito, più volte fotografata vicino al “postino del 25 dicembre”.

Alessandra Dalmari ed Elena Maffei non considerano invece l’idea di uno scatto di buon grado. «Un selfie? No», la replica della prima. Il perché è presto detto: «è inquietante, forse sono gli occhi». Per la seconda «farebbe piangere un bambino piccolo». Così Maffei si domanda «come mai abbiano deciso per una visione di Babbo Natale che spunta dal terreno».

L’idea del selfie non le piace, ma l’opera la fa discutere. «Ho fatto una foto – prosegue la giovane – e l’ho mandata al mio curioso per curiosità visto che ne parlavamo. Dubito che lui si farà un selfie con Babbo Natale. Immagino che serva ad attirare la gente».

Di spettatori in effetti ve n’erano anche ieri mattina, prima fredda domenica di dicembre. Il voto attribuito da entrambe le giovani è del cinque. Riccardo Ferri assegna invece un convinto nove in pagella. «All’inizio è scioccante – ammette Ferri tra un selfie e l’altro – ma è molto originale. Non mi era mai capitato di vedere un Babbo Natale che spunta da terra. S’integra meglio con l’architettura della piazza e soprattutto non ha niente di appeso. È bellissimo».

Tante le famiglie che si avvicinano all’opera. Bambini in carrozzina allungano le mani verso il cordone come per battere un ideale “cinque” a una delle due “manone”. Giovanissimi già in grado di camminare donano ai genitori molte domande nel tradizionale gioco del perché: «Perché non si può toccare? Perché sale da terra? Perché ha gli occhi così? Perché non si muove?».

Adolescenti sfidano il giudizio di madri e padri, smorzandone l’entusiasmo.

«A me piace – la presa di posizione di Laura Vecchi, in opposizione alla giovane in sua compagnia – perché è bello e diverso dal solito. Si, forse è un pochino inquietante. Nel complesso però mi piace». Il voto espresso da Vecchi non è però di manica larga: sei in pagella per il Babbo Natale che emerge dal terreno.

Il voto sale a otto nel giudizio espresso da Claudio Bignardi. «È originale e anche simpatico – sottolinea Bignardi – e rappresenta un modo diverso di mostrare il Natale e la leggenda di Babbo Natale. Rispetto alle solite opere che vediamo, come il pupazzo che entra ed esce dalla finestra, è davvero molto simpatico. Inoltre, richiama tante persone in piazza XX Settembre: ciò è positivo». —

articolo di
https://gazzettadimodena.gelocal.it/modena/cronaca/2019/12/02/news/modena-piazza-xx-fa-paura-no-e-bello-santa-claus-spacca-la-piazza-e-anche-i-giudiz-1.38043463?fbclid=IwAR1KtEGuxO6ZGnAxLFf8EXzxXt-ACxenvc4zPycKKcuyuY50F5NKUI1pias&refresh_ce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
Ciao,
Come possiamo aiutarti?
Powered by